2008-06-29

la sicurezza è sorda alla coerenza


Intervista a Gian Carlo Caselli. Direi che c'è da riflettere.

Non necessariamente sul contenuto del Lodo Schifani-bis (sul quale comunque "qualche" preplessità è dovuta, tant'è che a Roma l'8 luglio alle 18 si terrà una manifestazione a Piazza Navona), quanto sul metodo con cui vengono propagandati questi messaggi, nella evidentemente fondata convinzione che che il popolo-televisore se la beva tranquillamente.
L'ultima parte del video è molto chiara a riguardo...

Le intercettazioni sono uno strumento investigativo per arrivare alla verità, e proteggere così i cittadini da azioni commesse a loro danno.
E' un misero popolo quello che si infiamma per la sicurezza-dai-rom, che accetta l'esercito nelle proprie città, che accetta la mistificazione delle schedature dei mimori come pratica per la loro protezione, e poi non si mobilita quando vengono proposte simili iniziative, che si rivolgeranno contro la propria sicurezza.

Un po' di coerenza, almeno da parte di noi cittadini!

Nessun commento: