2008-05-12

chi ti ha chiesto niente?

Le dichiarazioni di Marco Travaglio a "Che tempo che fa" (sui rapporti di Schifani con persone condannate per mafia) hanno scatenato le prevedibili reazioni da parte del Pdl - che chiede a gran voce un intervento sanzionatorio da parte della Rai.


Fin qui il gioco delle parti è chiaro.

D'altronde, Travaglio ha prestato loro il fianco con una battuta gratuita sul cognome del presidente del Senato. Come se il caso del "vaffa" di Grillo non avesse insegnato niente a un giornalista che per tutto il resto ha fatto della (spietata) correttezza la sua cifra...

Ma, forse per distrarsi un attimo dalla crisi in cui imperversa il centrosinistra, Anna Finocchiaro ha tenuto precisare con quanta diligenza il Pd stia mantenendo la propria posizione prona:

"Trovo inaccettabile che possano essere lanciate accuse così gravi, come quella di collusione mafiosa, nei confronti del presidente del Senato, in diretta tv su una rete pubblica, senza possibilità di contraddittorio".

Inutile scomodarsi a cercare una risposta adatta. Ce la fornisce direttamente Mario Adinolfi, membro del coordinamento nazionale del Pd:

"Non è proprio necessario correre in soccorso della maggioranza in ogni occasione. Noi difendiamo il diritto anche di Travaglio, per il quale non provo un'istintiva simpatia, a far ascoltare le proprie riflessioni attorno ad un figura delle istituzioni".

Quando la smetterà, il Pd, di mettersi spontaneamente a 90° davanti al Pdl ?Le elezioni le hanno già perse, possono pure rivestirsi...

Nessun commento: