2008-03-10

verbi per apprendere /2

Nell'ambito della formazione, oltre ad insegnare e imparare (oggetto di un altro post), ci sono altri due verbi sotto i riflettori.

Come noto, Formare significa "creare una forma". Azione che si presenta come speculare all'imparare, che è propria discente.

Questo è un termine che sento "appropriato". Anche all'interno dei contesti scolastici, dove invece predomina l'insegnare.
Ma è appropriato solo se non ci si dimentica, appunto, che si lavora su un'altra persona, e sulle "cose" che ha "dentro". E che si può ottenere un risultato solo con la collaborazione di quest'ultimo. Invece, talvolta, questo aspetto viene un po' perso per strada...

Ma il termine inquietante è Apprendere.

Termine così centrale nella formazione e nell'insegnamento, eppure così sbagliato! L'azione di apprendere si pone, mi pare, "a metà strada" tra chi eroga dei contenuti e chi, appunto, deve essere capace di prendere, e trattenere, gli elementi che gli vengono offerti.
Ma il cuore della formazione non è tanto questo, quanto l'Imparare, cioè il disporre dentro di sè quegli elementi - farne cosa propria.

Questa pedanteria nominalistica vuole giungere proprio a questo punto.
La Valutazione dell'Apprendimento, per sua definizione, è poco rilevante.

E' forse coerente che la si effettui, per lo più, mediante prove del tipo quiz (più o meno raffinate). Ma quello che si può ottenere è soltanto quanto le "cose" apprese siano "a portata di mano"

I risultati della formazione dovrebbero essere valutati in termini di "Imparamento", quanto cioè quelle cose si sono armonizzate all'interno della mente dei soggetti. Per far questo, mi pare pià utile ricorrere a prove "aperte" e "produttive" (come relazioni, tesine, ricerche, confronti con gli altri partecipanti, ...), unite a delle
analisi degli errori e delle regole che li hanno generati (così come generano le risposte giuste). Inutile dire che sono prove di valutazione molto più impegnative, soprattutto per chi le deve valutare!

Oddio, il termine imparamento è francamente orrendo... :-S

Anche per questo, va benissimo continuare a chiamare le cose con un nome poco appropriato ma consolidato: valutazione dell'apprendimento.
...Purchè si sappia cosa stiamo cercando di valutare.

Nessun commento: