2008-02-28

prostituzione morale

Nel paesello mediatico di Porta a Porta di parla dei blog come veicoli per la prostituzione. Gli ospiti danno il solito sfoggio di saccente incompetenza, in accordo allo stile saprofita della trasmissione.
Trascrivo solo due passaggi - ma tutto lo spezzone è gustosissimo...

"Si servono dei blog quelli che non riescono ad andare ai reality della tv generalista" (Alessandro Meluzzi).
Cosa che, detta da un prezzemolino della tv, fa davvero riflettere...

"Quello che attrae su internet è la possibilità di un'attrazione sessuale con un maxaggio [sic] esplicito o implicito, e questo crea la proliferazione di tutti questi siti di prostituzione virtuale che possono essere anche autogestiti nel blog personale." (Alessandra Graziottin).
Mi domando quale sia l'indirizzo del blog di questa sessuologa. Immagino che i suoi maxaggi siano davvero molto interessanti...

A parte le battute, vi segnalo una lettera aperta di protesta che potete sottoscrivere.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

bravo stefano,
solo recentemente ho scoperto il tuo blog e, come era normale immaginarsi, riflette la tua intelligenza e la tua assoluta capacità di vedere le cose in maniera disillusa ed ironica... contiuero' a seguirti.

per vespone ed i geriatri vari credo che non sia nemmeno il caso d preoccuparsi, mi sanno tanto di don ferrante...

Anonimo ha detto...

che scarso.. mi sono anche dimenticato di firmarmi...

ciao
Lapo

Life 1.5 ha detto...

Ciao Lapo, e grazie per i complimenti (ruffiano!).

Un blog, prostituzione a parte, serve anche per restare in contatto - quando alle volte sembra impossibile farlo di persona.
Ma vallo a spiegare a questi deficienti...

Anonimo ha detto...

mah.. non so nemmeno se sono deficienti, so solo che vivono in un mondo che gli sta franando sotto i piedi e ovviamente manco se ne accorgono...
a dispetto di tutto quello che si dice sono fermamente convinto che le "nuove generazioni" di cui - ahimè- non facciamo piu' parte, siano assai meno raggirabili di qunato non si creda.
Queste interviste-marchetta (ma mi permetto di pensare l'intera televisione italiana ad esclusione di qualche programma) non credo meritino nemmeno l'incazzatura.

Una risata li seppelirà...

Lapo