2008-02-16

lo spazio della formazione


Quale è il core business di una azienda? Certamente, non la formazione.

Parafrasando Oscar Wilde, potremmo dire che “la formazione è qualcosa che avviene (...per non dire che càpita) mentre stiamo facendo qualcos’altro”. E per quanto paradossale, ciò è vero anche per una società di
formazione.solito infatti la fa ad altr


In realtà, fare formazione si presenta sempre come un costo, soprattutto considerando che i ritorni dell’attività formativa sono aleatori, di difficile misurazione.
I benefici della formazione sono spesso indicati in termini “psicologistici”, non operativi e non quantificabili:
  • la soddisfazione dei partecipanti rispetto ai servizi utilizzati,
  • il gradimento dell'esperienza...
Anche l'apprendimento, se misurato come avviene di norma, è un indicatore che ha poco senso.

Di qui, comunque, una serie di difficoltà della formazione:
  • è la prima attività che si taglia quando le cose vanno male;
  • viene vista come una attività esoterica, in cui non si sa bene cosa facciano le persone coinvolte
  • viene gestita male, con disattenzione e da persone che fanno parte di tale funzione talvolta per "castigo", essendo state cacciate dagli altri settori produttivi della azienda. D'altronde, come si dice: chi sa, fa - chi non sa, insegna...
Ma allora, perché fare formazione?
La risposta ufficiale è fin troppo ribattuta: nella complessità della situazione attuale del mercato, nella società dell’informazione il vero patrimonio di un'azienda sono le conoscenze e le risorse umane, che tali conoscenze posseggono e… [bla bla bla]

Chi ha anche solo una piccola esperienza di prima mano in contesti aziendali, sa che tali dichiarazioni di intenti restano spesso vuote parole, e che le persone vengono spesso gestite con un approccio che non indica "rispetto verso un patrimonio di conoscenza" - quanto semmai "sorveglianza di risorse incapaci di autogestirsi".

Come poi, da una quotidianità lavorativa ispirata al controllo e al comando possano poi crearsi le condizioni per la formazione (che si sostiene debba essere flessibile e responsabile) e lo sviluppo della capacità di management (anche di se stessi) è per me un mistero sempre più fitto...

Posto che gli utenti finali, spesso, in formazione ci "càpitano" o ci "vengono spinti",
perché un utente dovrebbe rivolgersi alla formazione?

Ma per risolvere dei problemi, ovviamente!
La conseguenza, un po' meno ovvia invece, è che chi fruisce di un corso non cerca informazioni (o almeno non solo) ma risposte.

1 commento:

xatuhoya ha detto...

Your blog looks nice, even so it would be far better if you’ll be able to use lighter colors too as a professional design. This will make sure that a lot more readers come to check it out.Informative post by the way!

aromatherapy