2008-03-21

ode al Lupo Solitario


- 10 -
Stai sudando, e le gambe ti dolgono.
Poco lontano vedi un gruppo di capanne.

Se vuoi entrare per riposarti, vai al 115.
Se vuoi proseguire, vai all'83.
-

Qualche tempo fa ho ripreso un vecchio "libro game", su cui a suo tempo
ho passato notti insonni - come molti altri ragazzi della mia generazione.

I
n questi libri il protagonista era il lettore, che "sceglieva" la trama saltando da un paragrafo numerato all'altro.

A suo tempo (il primo titolo della serie uscì nel 1984) fu un successo enorme (nel 1986 vinse il Premio Selezione Bancarellino). Era un'epoca preistorica per le IT - allora senza neanche le "C".

Resta comunque impressionante notare come in un prodotto ludico, destinato ad un pubblico di giovanissimi, fossero già presenti praticamente tutti gli elementi di un attuale sistema di e-l:
- una routine di profilazione iniziale, che definiva chi eri e cosa potevi fare;
- una vera struttura ipertestuale; (i ccdd
- delle regole di navigation & sequencing, che regolava la successione degli assett in funzione delle scelte dell'utente;
- un obiettivo finale che travalicava le semplice fruizione di tutti gli assett previsti (Qui c'era da diventare Maestro delle Arti Ramas, mica pippe !)

Roba piuttosto rara, ancora oggi, in molti corsi elearning...

E tutto questo sviluppato, con una tecnologia "chiusa" e monomediale come quella del libro, a lampante dimostrazione che sono le idee e non la tecnologia a fare un buon prodotto!

E, giusto per stravincere: l'edizione originale era pure in carta riciclata (siamo nel 1984 !). Un caso di riuso ante litteram?

Nessun commento: