2008-05-20

il maiale e il tafano (...e 2 euro)

Ovvero, la sordida doppia vita dei ministeriali.

Tempo fa sono andato a sentire un mega-concerto in un pub. Biglietto 25 euro...
Siccome la musica non era proprio un granchè - e non si può più fumare - a un certo punto mi alzo per prendere un whysky per me e per un mio amico.



- " Sono 16 euro ", mi fa la cassiera.

Vedendo il mio sguardo allibito, precisa sorridendo che la marca che ho chiesto è la più cara.

Ringranziando Dio di non aver chiesto da bere del sangue di vergine (chissà a quanto lo fanno!), mi trascino al bancone e faccio la mia esclusivissima ordinazione. Ma il whysky che ho chiesto è finito, e la barista mi elenca alcune alternative, tra marche a me sconosciute ed altre che non mi piacciono.
Alla fine chiedo timidamente: " Non potrei avere un banale JD? ".
...alle volte basta così poco per aprire le porte dell'inferno...

La barista (che già prima non brillava per simpatia) si altera definitivamente e commenta: "Aho! Avevi chiesto un whysky 'non banale', e t'ho detto altri whysky 'non banali' !!! "
- "...ho capito, ma questi non mi piacciono... "

Intanto la barista, oramai completamente schifata dalla mia esecranda presenza, viene sostituita da un'altra (diciamo di taglia un po' forte, e non certo bella come una dea) che mi versa - già un po' seccata - i due bicchieri.

La prima però, non paga, mi apostrofa ancora: " ...comunque, dal Talisker sei passato al JD - hai fatto proprio 'na gran bella scelta! "
- " Oddio scusami !!! Che devo fare, mi devo ammazzare, adesso?! "
Accanto a me, un ragazzo assiste alla scena e mi fa un gesto di comprensione. Ma forse era ubriaco...

Prima di tornare al mio posto, chiedo alla barista che mi ha versato da bere quanto costasse il JD che avevo appena preso, per farmi restituire la differenza alla cassa.

La bruttina sovrappeso mi dice, senza guardarmi in faccia: "Ah, costano tutti uguale!"

Che cosa !?!? Novello Don Chisciotte, v
ado baldanzoso verso la cassa, spiego il cambio di marca, ottengo la doverosa differenza (4 euro), e me ne torno a sorbirmi il concerto - che intanto continua a macinare canzonette roboanti e odiose (du' palle)...

Ok, forse è stato l'alcol.
Forse l'ignobile concerto mi aveva davvero incattivito. Forse sono solo un rompiscatole, un vecchio acido... Ma al termine del concerto, riportando i bicchieri al banco, rivedo la brutta cicciona e le dico:
- " Allora ciao, e... COMPLIMENTI PER L'ONESTA'! "

Con aggressività esponenziale al torto che aveva, l'orrido pachiderma mi spiega che lei non sa e non è tenuta a sapere quanto costano le consumazioni.
Alla mia pacata osservazione che le cose erano andate diversamente, e che invece lei mi aveva detto che costavano tutti uguale, la buzzicona cambia tattica e moraleggia sarcastica " ...comunque, non ti permettere di giudicare l'onesta delle persone da 2 euro! "

Vabbè, mi sa che l'alcol non c'entra. Sono io che sono uno stronzo.
Ma pensavo di aver ragione, e non mi andava di finire una serata preso per il culo da tutti (musicisti per primi, che ancora sparavano banalità in 4/4).

Le dico: "A parte il fatto che sono 4 euro e non 2, l'onestà direi che si vede proprio in queste 'piccole' cose. Ma non me la prendo: sei solo una barista... "

...che stronzo, eh? ;-)
Ma siccome lei, oltre che nel peso e nella bruttezza, voleva primeggiare anche in questo, mi si incazza di brutto !!!

Rapido scambio di battute, giuro autentiche:
- " Aho! Guarda che io lavoro al Ministero delle Finanze! "
- " AH! Ed è così che volete pareggiare il bilancio? Con i miei 4 euro? "
- " Ma vedi d'annattene (...e non dico dove) stronzo, che non sai manco che è! "
- " Beh, se è per questo, purtroppo per te anche io lavoro per un Ministero, ma poi la sera non vado a servire ai tavoli! E di certo non rubo! "
- "#@!.xxx!! " (suoni intraducibili, ma dalle intenzioni piuttosto chiare)
- " ...si vabbè, ciao bella! " (eufemismo) E comincio ad uscire...

La palla di lardo mi rincorre, mi strattona e urla:
- " AHO! tu a me 'ciao bella' nun m'oo dici, sa? "
- " Ah, neanche quello ? Sei messa bene... "

Ed ecco, la nemesi. La buzzicona ha chiamato un "ciccio" della security, che - unico personaggio garbato della storia (...alle volte, gli stereotipi !) - mi ha accompagnato discretamente all'uscita, mentre un misterioso ragazzo allampanato, con due borse della CONAN sotto gli occhi e un evidente quanto recente passato di tossicodipendenza, spuntato dal nulla e precauzionalmente dietro le spalle del "ciccio", mi inveisce contro qualcosa sugli accattoni, su 'due-euri-che-per-fortuna-non-aveva-sennò-me-li-tirava', sulla 'ggente-che-lavora'...

Che siparietto di felice e simpatica verve, eh? Alla fine devo ringraziare di poter raccontare questo simpatico aneddoto tutto intero!

Erodoto avrebbe forse scritto una favola morale dal titolo "il Maiale e il Tafano".
Ma quale morale ne avrebbe tratto, lui ?

Per me, è che tutti sostengono che l'onestà e la civiltà non hanno prezzo.
Ma se gli togli due euro ti spaccano la faccia.

1 commento:

Manuela ha detto...

Io l'ho sempre detto che ti devi ammorbidire!!!!!!!
Tu nn vuoi darmi retta!!!
Così ti capitano questi imprevisti!!!!
Baci Manuela